Venezia e Capodistria tra tempo e spazio: il Sacro in Musica 2004

Venezia e Capodistria tra tempo e spazio: il Sacro in Musica

Il progetto musicale che abbiamo il piacere di presentare al gentile pubblico è tanto ambizioso, quanto, crediamo, pregno di interesse. Esso vuole ripercorrere, con una serie di concerti, le vie che hanno intrecciato la reciproca storia e cultura di due regioni transfrontaliere bagnate dalla stesso mare: il Veneto e l’Istria.

Dovendo orientare un approccio prospettico si è optato per il sacro in musica; ciò, non solo in conseguenza delle supreme vette musicali cha ci ha lasciato in eredità tale genere, ma anche come esperienza esistenziale che tocca intimamente l’individuo e culturalmente le società nelle sfere più profonde del loro essere.

Accanto a brani di repertorio di autori celeberrimi, abbiamo voluto inserire degli inediti storici, contribuendo a riportare all’attenzione del pubblico straordinarie pagine musicali. Ci è sembrato inoltre significativo, per allargare ancor di più il giro d’orizzonte, proporre opere di autori sloveni e veneti contemporanei.

L’intero progetto è calibrato sulle competenze musicali scaturite dall’unione delle forze di due Scuole di musica, Santa Cecilia di Portogruaro (Ve) e Glasbena Šola di Koper. L’esecuzione dei brani è completamente affidata agli allievi delle due scuole, coadiuvati dai loro insegnanti.

Testo: Atti del convegno – Abstract

Pavle Merku
Share on facebook
condividere su Facebook
Share on twitter
condividere su Twitter
Share on linkedin
condividere su Linkdin
Share on email
invia una mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *