Marij Kogoj e l’opera Le maschere nere

Un compositore triestino dimenticato e un’opera che è stata messa in scena quattro volte: così in estrema sintesi l’articolo che si occupa del compositore triestino di etnia slovena Marij Kogoj e della messa in scena della sua opera Črne maske (Le maschere nere). Un compositore sregolato con alle spalle lo studio a Vienna, dotato di una genialità musicale debordante, che lo ha visto collaborare con i futuristi a Gorizia come pianista, ma anche impegnato in diversi concerti.

Link all’articolo

Share on facebook
condividere su Facebook
Share on twitter
condividere su Twitter
Share on linkedin
condividere su Linkdin
Share on email
invia una mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *